BIBLIOGRAFIA

Componimenti di Gianmichele sono inclusi nella raccolta: Preghiere e poesie per la pace, Ed. Borla 1983

Contrapporre alla cultura di guerra una cultura di pace è possibile. Tale cultura deve penetrare nei tessuti della società e nel cuore di ciascuno di noi. L’educazione alla pace deve passare attraverso le scuole, le fabbriche, gli uffici, le famiglie, le chiese, i mass-media, ecc. Questa antologia per la pace raccoglie componimenti poetici e preghiere in versi sul tema della pace tutti inediti e di autori vari di diversa età, cultura e provenienza. In questa silloge poetica l’accento è posto sull’impegno della pace per affiancare quanti già si occupano di tale problema.

Componimenti di Gianmichele sono inclusi nella raccolta: Poesia contro la guerra, Raccolta di poesie di base, Assessorato alla Gioventù, Città di Torino 1985

 

 

 

Città di cuori, Sergio Combina e Gianmichele Ferrero, Ed. Tempi di Fraternità 1986

“Viviamo in un tempo in cui l’ascolto e la comunicazione delle esperienze tra le persone diventano fatti rari e il vivere quotidiano spesso si fa chiuso e insensibile oppure abituato alla tramati città degli eventi che lo segnano. È difficile trovare spazi per le proprie idee e per i propri interessi nelle grandi città come nelle piccole e a Torino, per eccellenza la metropoli della monocultura industriale, forse sono in parecchi a volere che così rimanga. Nello scrivere queste pagine abbiamo noi stessi scoperto la ricchezza che viene dal fermarsi a sentire come i cuori possono parlare alle menti. Non abbiamo voluto esibirci in forme estetiche curate ma vuote o cercare un’occasione per diventare più conosciuti. Il nostro tentativo è stato invece quello di proporre un incontro che contribuisca a recuperare dimensioni e sensibilità di vita spesso dimenticate come quelle della poesia.”

Gianmichele coopera al Progetto dei seminari e alla redazione della raccolta dei testi: La Risorsa acqua, a cura di Italia Nostra, Legambiente, Ass. Sottopassaggio, Univ. Popolare Verde, Regione Piemonte – Comune di Alba 1991

L’acqua, un tempo risorsa abbondante e a costo irrisorio, è diventata un bene prezioso e la sua disponibilità è un problema che sfiora quasi l’emergenza quotidiana. Uno sviluppo industriale avventato, l’agricoltura e la zootecnia intensive, l’incremento demografico e l’espansione dei centri urbani, insieme ad una scarsa pianificazione e a interventi di dubbio valore da parte delle amministrazioni pubbliche, hanno prodotto danni preoccupanti all’assetto idrologico del paese. Per risolvere il problema si deve mutare l’approccio globale: i corpi idrici finora usati come ricettori o sorgenti passive devono essere ripensati come elementi vivi ed attivi nell’ecosistema da proteggere e conservare. La pubblicazione di questo volume, ricavata dagli incontri tenuti ad Alba tra ottobre 1990 e giugno 1991 nell’ambito del ciclo di conferenze “La risorsa acqua”, vuole essere un contributo alla diffusione di una cultura di rispetto per la natura e la difesa della qualità della vita.

Gianmichele è ideatore e responsabile del progetto Ricicreo© Riciclo e creo giocando, Legambiente Circolo di Alba, Assessorato Cultura Comune di Alba,  Assessorato Tutela Ambientale Regione Piemonte, – CDRom 1997.

L’iniziativa ha coniugato i temi dei rifiuti, della cultura del gioco come elemento di crescita personale e di gruppo, della creatività nell’usare mezzi poveri nella didattica scolastica, dell’integrazione culturale in un mondo multietnico. Il progetto ha stimolato attività didattiche nelle Scuole Elementari e Medie dell’albese sul recupero dei rifiuti per costruire oggetti di natura ludica e prodotti artistici attraverso laboratori di sperimentazione per l’anno 1996-97. Dal 24 maggio al 6 giugno 1997 sono stati organizzati un’esposizione e un concorso per le centinaia di opere realizzate dagli allievi e dalle classi albesi. Nella mostra è stata presentata anche una amplissima raccolta di giochi poveri provenienti da svariati paesi del mondo, raccolti in un progetto CEE realizzato da comune di Torino e Monaco di Baviera curate da Mino Rosso.
Il termine  Ricicreo©è stato coniato dal Circolo Legambiente di Alba per la prima volta in Italia per questa iniziativa (1996).

Le Reflessoterapie dell’Ultrasensibile, Gianmichele Ferrero, Ed Enea 2007

Le tecniche esposte in questo libro aiutano a comprendere che tutto il vissuto di un essere umano, mediato dalle emozioni, è registrato nel corpo e condiziona il suo stato di salute. Utilizzando delicate tecniche corporee è possibile accedere alle memorie spazio-temporali dei traumi, ai conflitti emozionali non risolti e alle trasmissioni genealogiche delle malattie per sciogliere i blocchi energetici e psichici. Sono gli inizi di una nuova medicina che pone nelle mani di ciascuna persona la responsabilità della propria salute e la crescita della coscienza di sé. Il pioniere di questo particolare ambito della medicina complementare è Giuseppe Calligaris, neuroscienziato italiano (1876-1944) e padre putativo di tutti quei ricercatori che fino ad oggi si sono impegnati in queste complesse sperimentazioni. Questo lavoro si sviluppa su tre livelli. Il primo presenta un nuovo approccio alla salute e alla malattia attraverso una visione d’insieme sul lavoro di alcuni studiosi e terapeuti che convergono sulla tematica delle memorie del tempo e dello spazio nel corpo dell’uomo. Sono state quindi affrontate La Nuova Medicina di Hamer, La Biologia del Comportamento e della Malattia, La Biologia Totale e la Sintassi Semiotica della salute di Sabbah, La Psicoterapia transgenerazionale di Schùtzenberger, Le Costellazioni familiari di Hellinger e II Sistema Corpo Specchio di Brofman. La seconda parte riassume le conoscenze sul rapporto tra cute e memoria attraverso l’analisi delle Catene Lineari di Calligaris, della Cro-noriflessologia spinale (AgeGate Therapy) di Di Spazio, della Tecnica Metamorfica di St. John, dell’Emotional Freedom Technique (EFT) di Craig e della Terapia Evocativa Cutanea (ECTech) e dello Spaziorischio di Lo Rito. La terza parte infine è dedicata alla Terapia CronoEnergetica e alla modalità di lavoro in gruppo con le Reflessoterapie dell’Ultrasensibile, elaborate dall’autore.

Fondamenti di chimica per Naturopati, Gianmichele Ferrero, I. Husu e M. Piconi, Ed. Enea 2009

Fondamenti di chimica per naturopati è il primo testo della collana “Naturopatia e Scienza”, nata con l’intento di integrare le conoscenze naturopatiche con quelle del mondo scientifico. In un approccio olisti-co, globale alla salute, mancherebbero le fondamenta dell’intera costruzione se non si partisse dallo studio delle scienze naturali applicate all’organismo umano, alla sua relazione con l’ambiente e quindi al suo stato di salute. È dunque fondamentale lo studio della natura nei suoi componenti essenziali, gli elementi, per comprenderne poi le aggregazioni in composti e da questi lo sviluppo di tessuti, organi e sistemi fino all’organismo intero. Lo studio del particolarmente piccolo ci porta a una comprensione dei sistemi più complessi in quanto le leggi di natura sono sempre le stesse, nel micro e nel macrocosmo. I concetti di chimica esposti in questo libro quindi intendono introdurre il lettore alla comprensione del complesso funzionamento dei sistemi biologici. La biochimica infatti è una delle discipline “di frontiera” della ricerca scientifica moderna nella quale i concetti di chimica generale, inorganica e organica trovano una piena applicazione e possono risultare utili a chiunque si dedichi per professione o semplicemente per passione allo studio della salute umana. L’obiettivo di questo libro è comprendere le basi chimiche della vita e le trasformazioni metaboliche cui le sostanze naturali vanno incontro durante lo sviluppo, la crescita e il mantenimento dello stato di salute dell’organismo umano. Solo attraverso l’acquisizione di queste conoscenze la figura del naturopata, dotato di una solida e multidisciplina-re cultura scientifica nel campo della salute, è certamente destinata a un promettente futuro, come si riscontra in molti Paesi nei quali essa già esiste.

Gianmichele è revisore del testo de L’iridologia proiettata nella dimensione spazio-temporale – Cronorischio, Spaziorischio e Biografia, Daniele Lo Rito, Ed. Enea 2009

Questo libro è un testo unico nel suo genere poiché svela aspetti “nascosti” dell’Iridologia multidimensionale. Nella prima parte dedicata al cronorischio l’iride viene analizzata per individuare l’età del vissuto traumatico. Si può valutare il tempo come un fattore attivo nell’insorgere di una malattia organica o funzionale, cioè come uno dei fattori scatenanti la patologia e non solo come un semplice scorrere cronologico legato all’invecchiamento. Successivamente viene spiegato come lo spaziorischio segnali i punti deboli del corpo e le correlazioni psichiche ed emotive, tracciando una sorta di mappa per chi desidera applicare un lavoro di prevenzione e miglioramento della salute e del carattere. Infine l’approfondimento della biografia umana permette di analizzare i ritmi di sviluppo dell’essere umano secondo i settenni. Sono esaminate le corrispondenze per ogni settennio e i periodi di crisi evolutiva dell’essere umano con le relative corrispondenze emozionali. La comparazione delle iridi nelle coppie e nelle famiglie mostra poi i legami profondi che ci uniscono e ci ricordano la nostra responsabilità nel “passare il testimone” a figli, nipoti, discendenti.

Naturopatia vibrazionale, Gianmichele Ferrero e Gloria Grazzini, Ed. Urra, 2010

La Naturopatia vibrazionale (o Biofisica olistica) è la branca della Medicina olistica che si occupa dell’aspetto energetico degli individui, della valutazione della matrice profonda e immateriale di quello che comunemente descriviamo come corpo fisico. Infatti, ciò che ci appare attraverso i cinque sensi è solo uno degli aspetti della nostra natura: questa parte più densa e riconoscibile nelle esperienze di vita ordinaria è perfettamente integrata con aspetti meno percepibili, sottili, energetici e spirituali, che necessitano di un’attenzione particolare per essere rilevati e apprezzati. Quando la componente sottile, meno visibile, subisce uno squilibrio, anche la parte corporea consegue una mancanza di armonia e uno scompenso. È molto importante allora imparare a valutare gli squilibri energetici che sono all’origine delle alterazioni psichiche e somatiche in modo da consigliare l’adozione dei rimedi e dei trattamenti più adeguati per ristabilire il benessere globale della persona. Gli Autori si propongono di offrire un testo esauriente, ma contemporaneamente chiaro e semplice, dal quale il lettore possa ricavare indicazioni per la comprensione della struttura energetica della propria realtà vitale, per il mantenimento e il recupero del benessere e per orientarsi tra le diverse pratiche e i rimedi disponibili, fra cui i fiori di Bach, la cristalloterapia, i massaggi, gli oli essenziali, le pratiche di meditazione, le fumigazioni.